loader
Estintori tipologie, uso e manutenzione periodica

Gli estintori sono dispositivi di sicurezza indispensabili per la lotta contro gli incendi. Questi strumenti di estinzione portatili possono salvare vite umane e proteggere beni materiali. In questo articolo, esamineremo le diverse tipologie di estintori, il loro uso corretto e l’importanza della manutenzione periodica.

Le tipologie di estintori si distinguono in base all’agente estinguente utilizzato e alle classi di fuoco per cui sono adatti. Tra i più comuni, troviamo gli estintori a polvere, a CO2, a schiuma e ad acqua. Gli estintori a polvere sono versatili e adatti a incendi di materiali solidi, liquidi infiammabili e gas, ma possono causare danni a apparecchiature elettroniche. Gli estintori a CO2 sono ideali per incendi di origine elettrica e liquidi infiammabili, ma non sono efficaci su materiali solidi combustibili. Gli estintori a schiuma sono adatti per incendi di materiali solidi e liquidi infiammabili, mentre quelli ad acqua sono specifici per incendi di materiali solidi combustibili come legno, carta e tessuti.

Per usare correttamente un estintore, è importante seguire il metodo PASS:

  1. Tirare la sicura: rimuovere l’apposito anello di sicurezza o la spina per sbloccare l’estintore.
  2. Allinearsi al fuoco: puntare l’ugello o la lancia dell’estintore alla base delle fiamme, mantenendo una distanza di sicurezza.
  3. Spremere la leva: premere la leva per rilasciare l’agente estinguente e controllare il flusso.
  4. Spazzare da un lato all’altro: muovere l’ugello o la lancia avanti e indietro alla base delle fiamme, coprendo tutta l’area interessata dall’incendio.

La manutenzione periodica degli estintori è fondamentale per garantire il loro corretto funzionamento in caso di emergenza. La manutenzione include ispezioni visive, controlli funzionali e ricariche dell’agente estinguente. Le ispezioni visive permettono di individuare eventuali danni, corrosione o perdite che potrebbero compromettere l’efficacia dell’estintore. I controlli funzionali prevedono la verifica delle parti meccaniche e delle pressioni interne per assicurarsi che l’estintore funzioni correttamente. Infine, la ricarica dell’agente estinguente e la sostituzione delle parti soggette a usura garantiscono l’efficienza dell’estintore nel tempo.

È importante seguire le linee guida e le normative locali per la manutenzione degli estintori. In generale, si raccomanda di effettuare ispezioni visive almeno una volta al mese e controlli funzionali annuali. Inoltre, è necessario sostituire o ricaricare gli estintori dopo ogni utilizzo o in base alle scadenze indicate dal produttore. Affidarsi a tecnici qualificati per la manutenzione periodica degli estintori è essenziale per garantirne l’efficacia e la conformità alle normative vigenti.

La formazione del personale e degli utenti della struttura sul corretto uso e sulla manutenzione degli estintori è altrettanto importante. La conoscenza delle diverse tipologie di estintori e delle classi di fuoco per cui sono adatti è fondamentale per scegliere lo strumento giusto in caso di incendio. Inoltre, le persone devono essere in grado di identificare e segnalare eventuali problemi o anomalie riscontrate negli estintori durante le ispezioni visive.

In conclusione, gli estintori sono dispositivi di sicurezza indispensabili per combattere gli incendi e proteggere persone e beni. Conoscere le diverse tipologie di estintori, il loro uso corretto e l’importanza della manutenzione periodica è fondamentale per garantire la sicurezza e l’efficacia di questi strumenti in caso di emergenza. Investire tempo e risorse nella formazione, nella manutenzione e nel monitoraggio degli estintori contribuisce a creare un ambiente più sicuro e a prevenire danni causati dagli incendi.

Impianti antincendio varese

Manutenzione impianti anticendio

Azienda associata MAIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *